“Le parole di Papa Francesco sulla pienezza del figlio che vive e cresce nel grembo della mamma sono di una forza straordinaria. La scienza è chiara: è uno di noi! E se il concepito è uno di noi, può essere escluso dal riconoscimento dell’uguale valore di ogni vita umana?” sono le parole di gratitudine della Presidente del Movimento per la Vita Italiano, Marina Casini nel commentare il dialogo di Papa Francesco con i giornalisti sul volo che da Bratislava lo riportava a Roma, a conclusione del viaggio a Budapest e in Slovacchia.

Prosegue la Casini: “Il MpV é nato oltre 40 anni fa dallo sguardo contemplativo sul quel figlio concepito per amare ed essere amato ed avvolge nello stesso sguardo anche la sua mamma. E continua a voler essere testimonianza di questo sguardo e di questo abbraccio di madre e figlio insieme. É questo ciò che imprime significato alla nostra presenza accanto alle mamme che si trovano in difficoltà di fronte a una gravidanza non attesa. Per questo siamo grati a papa Francesco il quale, proprio perché dalla parte dei poveri, riconosce che anche il concepito merita l’accoglienza che meritano tutto gli esclusi e gli emarginati”.