GOVERNO: GIGLI (MOV.VITA), PARLAMENTO CORREGGA BIOTESTAMENTO PRIMA CHE CASO ISAIAH AVVENGA ANCHE IN ITALIA

0
366

Roma, 8 MAR – “Il nuovo Parlamento italiano corregga la legge sul biotestamento prima che il ‘dovere’ di evitare cure inutili possa causare anche in Italia tragici epiloghi come quello del piccolo Isaiah, morto oggi per interruzione dei sostegni vitali ordinata dalla magistratura britannica”. Lo dichiara in una nota l’On. Gian Luigi Gigli, Presidente del Movimento per la Vita Italiano.
“La strage di bambini per decisione giudiziaria, lasciati morire senza alcuna pietà nonostante l’opposizione dei genitori, prosegue senza tregua – sottolinea Gigli – e nel totale disprezzo delle centinaia di migliaia di persone mobilitatesi per chiedere clemenza ai giudici. In Gran Bretagna basta infatti la decisione del rappresentante legale per decidere di lasciar morire un bambino gravemente malato per ordine dei giudici ‘nel migliore interesse’ del piccolo. Quando arriverà dal buon Dio, Isaiah sarà contento di apprendere di essere morto ‘nel suo interesse’, ma non smetterà mai di chiedersi se a stabilirlo dovessero essere i giudici del suo Paese”.